lunedì 10 dicembre 2018

Sei in > home > wiki BOLOGNA > PIAZZA VIII AGOSTO

wikiBologna

PIAZZA VIII AGOSTO

Meglio conosciuta tra i bolognesi con il nome di “Piazzola” per il mercato ambulante che vi si tiene il venerdì e il sabato di ogni settimana, questa piazza conserva la sua destinazione fin dal 1878, quando il mercato settimanale si trasferì qui da piazza Maggiore. All’epoca la piazza si chiamava appunto Campo del Mercato, ed era il luogo dove trovare un po’ di tutto a buon prezzo, dove si esercitavano arti e mestieri, oltre ad essere un luogo di incontro e passeggiata. L'VIII Agosto, da cui deriva il nome attuale, è invece la data della gloriosa giornata risorgimentale in cui gli austriaci, attestati nella vicina Montagnola, furono respinti oltre porta Galliera dai bolognesi insorti. Alla rivolta parteciparono moltissimi popolani, fra cui i facchini di via del Borgo di San Pietro, e cittadini armati in maniera approssimativa; questa ebbe come centro la Montagnola e la piazza antistante, che verrà poi chiamata Piazza VIII Agosto. Gli austriaci persero oltre quattrocento uomini. Questo valse a Bologna la Medaglia alle Città Benemerite del Risorgimento Nazionale.

Priva di vegetazione o abbellimenti e rinchiusa su tre lati da alti palazzi, piazza 8 Agosto non ha certo il fascino di altre piazze cittadine, fatta salva la bella vista della Montagnola sul lato di via Irnerio. Il monumento di maggior rilievo, opera di Pasquale Rizzoli, raffigura un vigoroso popolano che alza la bandiera della libertà, guardando fieramente il nemico ai suoi piedi, accanto al fusto di un cannone.

Nel sottosuolo della piazza è ospitato dal dicembre 2000 un enorme parcheggio su più livelli aperto 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.