giovedì 13 dicembre 2018

Sei in > home > enogastronomia

ENOGASTRONOMIA

<  BACK

 

DegustiBO - GUIDA AI LUOGHI DEL GUSTO


L’agriturismo, ovvero della salvaguardia di un territorio

La genesi dell’agriturismo organizzato è piuttosto recente in Italia e risale al febbraiodel 1965, quando un gruppo di giovani agricoltori della Confagricoltura guidatoda Simone Velluti Zati fondarono l’Associazione Nazionale Agricoltura e Turismo, prendendo spunto dalla francese “Agricolture et Tourisme” costituita esattamente dieci anni prima.

Erano i tempi della grande industrializzazione e dell’urbanizzazione, in cui la campagna era vista come un luogo da cui emigrare in cerca di miglior fortuna, per questo la formula “Agri-turistica”, ha rappresentato il primo passo verso lasalvezza di un mondo rurale in declino. Con il tempo questa formula di ricezione si è perfezionata e affinata, sia da un punto di vista agricolo, che turistico.

L’attenzione alle colture e all’allevamento di specie autoctone o in via di estinzione, l’uso di tecniche di produzione a basso impatto ambientale, la certificazione Bio e la lotta integrata, fanno di queste aziende dei veri e propri presidi per la tutela della regione. Allo stesso tempo al turista-viaggiatore viene rivolta una gamma sempre più varia e raffinata di proposte ludiche, che vanno dalle escursioni alle esperienze pratiche in azienda. L’agriturismo quindi, rappresenta uno dei luoghi DegustiBo privilegiati, proprio per la capacità di coniugare il radicamento sul territorio con la dimensione globale del fenomeno turistico.

Uno dei più importanti requisiti per gli agriturismi è rappresentato dall’uso di prodotti realizzati all’interno dell’azienda. Almeno il 40% degli ingredienti usati per la composizione dei menu (4 in base al disciplinare: uno per ogni stagione) deve essere prodotto in proprio: frutta e verdura, ma anche cereali,carni, salumi, latticini e vino. Le aziende aderenti sono distribuite equamente tra pianura, collina e montagna: un’occasione per conoscere le peculiarità agricole che caratterizzano le varie anime del territorio.

Anche quello che non proviene dall’azienda deve essere rintracciabile e di qualità, almeno il 90% dei prodotti deve fare riferimento all’apposito paniere, ai prodotti definiti tradizionali dal Ministero e alla certificazione Bio, sempre in base alla stagionalità. Con Armonie del Gusto si è iniziato un percorso di valorizzazione delle eccellenze provinciali, mettendole in vetrina. 


Cos’è DegustiBO

DegustiBo è il bollino rosso di qualitàdell’Assessorato all’Agricoltura della Provinciadi Bologna che promuove le eccellenze della tipicità felsinea. La provincia di Bologna, infatti, è una delle più certificate d’Europa: DOP e IGP impreziosiscono il territorio spaziando indifferentementetra la pianura, i colli e la montagna,sottolineando la valenza culturale di una tradizione enogastronomica ininterrotta.

Il marchioDegustiBo si propone di individuare e diffondere le maestrie bolognesi. La guida DegustiBo, quindi, vuole essere una vetrina privilegiata per le aziende che hanno raccolto la sfida del mercato locale, a beneficio di quanti vogliano conoscere a fondo il territorio.


GUIDA AI LUOGHI DEL GUSTO DI BOLOGNA E PROVINCIA