giovedì 13 dicembre 2018

Sei in > home > enogastronomia

ENOGASTRONOMIA

<  BACK

 

GUIDA ALLE FATTORIE DIDATTICHE

La recente Legge Regionale 4/2009 “Disciplinadell’agriturismo e della multifunzionalità delleaziende agricole” riserva il Titolo II alle fattorie didattiche: le imprese agricole che si dedicano in modo specifico alla didattica, prevalentemente rivolta alle scuole ma anche ad altri target di destinatari, acquisiscono così dopo 10 anni dall’originedel progetto “Fattorie didattiche” il meritato rilievo grazie ad una normativa dedicata. 

Un’azienda agricola per poter diventare “Fattoria didattica” deve possedere determinati requisiti legati alla qualità delle produzioni, alla professionalità dell’operatore,alla sicurezza e qualità nell’accoglienza.

La fattoria didattica è un riferimento prima di tutto per il mondo della scuola, fornendo utili strumenti di integrazione dell’offerta formativa e proponendo un modello di didattica attiva, legata alla vita reale e all’esperienza. I temi fondamentali della didattica riguardano l’origine del cibo, le modalità produttive, il rapporto con la natura e con il territorio, la storia e le tradizioni rurali e sono prioritari i concetti di sana e corretta alimentazione e di consumo di frutta e verdura.

Viene così stimolato l’apprendimento multisensoriale,che filtra tutto attraverso i sensi e le emozioni. Tale metodo, sperimentato e affinato in un decennio di esperienze, si è dimostrato efficace,innovativo e coinvolgente, non solo per gli utenti scolastici ma anche per un pubblico più esteso di giovani, famiglie, anziani e diversamente abili. 

La guida che segue rappresenta un valido strumento per conoscere le diverse realtà di ciascuna Fattoria e gli aspetti legati alla multifunzionalità,quindi la presenza anche dell’attività agrituristica,della vendita diretta e l’adesione al marchio DegustiBO, coniato dalla Provincia diBologna per identificare un paniere di prodotti enogastronomici di qualità e lega.


GUIDA ALLE FATTORIE DIDATTICHE BOLOGNESI