giovedì 13 dicembre 2018

Sei in > home > fuori porta > I MULINI DELLA VALSAMOGGIA & LABORATORIO DEL PANE

fuoriporta

I MULINI DELLA VALSAMOGGIA & LABORATORIO DEL PANE


Per la natura stessa del territorio, percorso da diversi corsi d'acqua di buona portata, la Valsamoggia era un tempo caratterizzata dalla presenza di molti mulini idraulici per la macinazione delle granaglie. Alcuni di questi sono ancora presenti e visitabili, ed uno in particolare, il Mulino del Dottore di Savigno, è tutt'oggi ancora in funzione.

Il pacchetto prevede per la mattina un itinerario che porta alla scoperta degli ultimi mulini a pietra presenti nel territorio, con la possibilità di poterne vedere uno uno in funzione (a seconda della disponibilità dei proprietari) e di acquistare prodotti tipici.

Finito il giro, si torna in Agriturismo e dopo pranzo è previsto il laboratorio di cucina, dove si insegna a fare il pane con le diverse farine (integrali, ai cereali, nere ecc ecc....).






COMPRESO NEL PACCHETTO

1 notte in agriturismo,
1 aperitivo di benvenuto,
1 colazione
1 pranzo (o cena),
- trasferimenti e guida.



PREZZO (a persona)

90 euro + 20 euro per il laboratorio di cucina

 

COME ARRIVARE

Via Provvidenza 547-577, località Zappolino, 40050 Castello di Serravalle (BO).

Dall'uscita autostradale di Casalecchio di Reno percorrete la Nuova Bazzanese in direzione Bazzano fino alla rotonda che immette a Crespellano. Proseguite sempre diritto e, raggiunta la frazione Muffa, svoltate a sinistra per Monteveglio/Savigno. Alla frazione Bersagliera svoltate nuovamente a sinistra per Zappolino. Dopo circa 1 km, girate a sinistra per via Chiesa, che dopo pochi metri confluisce su via Provvidenza dove è situato l'Agriturismo.
Ca' Isotta è la terza sulla sinistra.



INFO E PRENOTAZIONI

RICHIEDI DISPONIBILITA






L’Azienda Agrituristica Ca' Isotta


L’Azienda Agrituristica, Fattoria Didattica Ca' Isotta, si estende sulla vetta di una dolce collina a 300 m sul livello del mare in una superficie di circa 3,5 ettari.





L'antico fienile, risalente alla seconda metà dell'800, è stato recentemente ristrutturato secondo i principi della bioedilizia, e sono state ricavate quattro camere doppie ed un trilocale, tutti indipendenti, con bagno e attrezzati con aria condizionata, frigo-bar, televisione, lettore dvd, e wi-hefi free. La bellissima Piscina, è a disposizione degli ospiti che usufruiscono dei servizi di Ca' Isotta.


 La cucina prevede menù rigorosamente fatti in casa con prodotti freschi e genuini provenienti dall'Azienda agricola.

I prodotti che l'Azienda Agricola produce sono: Vini: Pignoletto - Sauvignon - Barbera – Merlot, Aceto Balsamico, Frutta Fresca, Confetture di Frutta, Ortaggi, Animali di bassa corte e loro derivati, Prodotti di Pasticceria, Pasta Fresca, Legna da ardere.



Ca' Isotta si trova sulla strada dei Castelli; nelle vicinanze, è possibile visitare le splendide testimonianze del passato, presenti nei comuni della Val Samoggia: Abbazia di Monteveglio, Rocca dei Bentivoglio di Bazzano, Città Castello di Savignano Sul Panaro, Palazzo di Cuzzano, Castelli di Vignola e di Serravalle.

L'Azienda, si trova anche sulla strada dei Vini e dei Sapori, dove sorgono caratteristiche cantine, caseifici, acetaie per gustosi percorsi enogastronomici; è vicina al Parco Regionele di Monteveglio ed al Parco dei Sassi di Roccamalatina.

Ca' Isotta sorge su un sentiero CAI, che permette di fare trekking, ed avventurarsi sulle vette dei calanchi.





La Valsamoggia


La parte appenninica della Valle del Samoggia si snoda tra le dolci colline che segnano, a ovest di Bologna, il confine con il Modenese. Dall’alta pianura del territorio di Crespellano, la vallata sale fino agli 817 m. slm. di Savigno, attraversata dai corsi d’acqua del Samoggia e del Lavino, suo maggiore affluente.

Antica terra diconfine tra Impero e Papato, ancora oggi conserva traccia dei castelli e delle fortificazioniche sorsero ai tempi della Contessa Matilde di Canossa, il cui dominio segnò nel Medioevo la storia del territorio.

Cuore della vallata è il Parco Regionale dell’Abbazia di Monteveglio, un’area storico ambientale protetta volta alla fruibilità didattica e turistica del territorio. Al centro del Parco ci sono i resti di un castello di matildica memoria e l’antichissima Abbazia diSanta Maria, con tutto il fascino della loro storia.

Poi c’è Castello di Serravalle, intatto nelsuo mistero di borgo medievale con immancabile fantasma, e Bazzano, piccola città d’arte, dominata dalla Rocca dei Bentivoglio.

Tra Zola Predosa e Crespellano si possono poi scoprire alcune tra le più belle residenze di campagna della nobiltà senatoria bolognese: gioielli diarte e di architettura che impreziosiscono dal Seicento la campagna tra la Via Emilia e la strada Bazzanese.



Per gli amanti della natura, non va dimenticato che le colline della Valsamoggia rappresentano un vero e proprio manuale di geologia a cielo aperto, segnato dalla spettacolare morfologia dei calanchi. Molteplici le possibilità di escursioni e trekking che attraversano la vallata.  (emiliaromagnaturismo.it)


LA VIA LONGOBARDA